Benvenuti su winterXperience.com
HomeChi siamoViaggiCamperAccessoriGalleryNewsContattiLinkMappa del sito

Lapland WinterXperience - dicembre 2008/gennaio 2009 WEBASTO AIR TOP 3900 EVO  

Chi utilizza spesso il proprio veicolo ricreazionale durante la stagione invernale conosce l'importanza della perfetta efficienza dell'impianto di riscaldamento. Fondamentale ai fini di un adeguato comfort a bordo, la tradizionale stufa a gas può essere affiancata da un riscaldatore a gasolio realizzando così un'accoppiata vincente: due impianti autonomi, infatti, permetteranno vacanze serene con una gestione ottimale delle riserve dei due combustibili scongiurando ogni possibilità di rimanere al freddo.

Webasto Air Top 3900 Evo

Presentato nel 2008, il Webasto Air Top 3900 Evo rappresenta l'evoluzione del conosciuto e apprezzato 3500 dotandosi però di maggiore potenza e di diverse funzioni (Eco, 3500, 3900, Mountain) utili per gestire al meglio l'apparecchio.

Utilizzato in primo impianto da diversi costruttori anche su veicoli di grandi dimensioni, l'Eco 3900 può essere installato in aftermarket affiancando o sostituendo l'impianto di riscaldamento preesistente: sull'Hobby Toskana Ak 615 GFLC, abbiamo scelto la prima opzione, realizzando così un veicolo a prova di freddo.

L'installazione è stata effettuata presso il centro Webasto Mobil System di Pavia.

Per prima cosa si è analizzato con cura il veicolo per progettare il percorso della nuova canalizzazione dell'aria proveniente dal riscaldatore. Questo verrà posizionato all'esterno, ancorato al pianale tramite staffe e piastra in dotazione. Prima di procedere, però, si collegano i vari cablaggi elettrici rimuovendo il carter di protezione superiore. Successivamente si collegano il tubo di scarico dei gas e il silenziatore. La parte terminale dello scarico viene portata nei pressi della marmitta del veicolo.

Si posiziona l'Air Top sulla piastra di fissaggio ancorata al telaio

Si procede quindi al montaggio della pompa di mandata del carburante: questa, da posizionare il più vicino possibile al serbatoio del gasolio del veicolo, è mantenuta da un'apposita staffa. Sempre all'esterno occorre provvedere al fissaggio del tubo di aspirazione dell'aria comburente.

Si passa quindi alla realizzazione della canalizzazione interna: studiata in modo da distribuire il più possibile la notevole quantità di calore generata dal riscaldatore, è stata creata ex-novo cercando di sfruttare ogni spazio disponibile per il passaggio dei tubi. Laddove non è stato possibile sfruttare gli spazi interni, si è ricorso a passaggi sotto al pianale.I tubi esterni sono stati protetti e coibentati utilizzando il Webasto Thermoplus, un isolante che circonda i tubi realizzato accoppiando una fibra sintetica termoisolante e alluminio.

Si coibentano i passaggi esterni della canalizzazione con il Thermoplus Webasto. Una diramazione viene portata al serbatoio di recupero

Sempre all'esterno si è provveduto a riscaldare il serbatoio di recupero delle acque grigie: a tal proposito una diramazione della canalizzazione del Webasto è stata portata all'interno del doppio guscio che coibenta il serbatoio. Si è provveduto a riscaldare il living anteriore, formato da un divanetto a L con divano contrapposto e tavolo centrale. Due bocchette sono state rivolte verso la cabina di guida, una ha raggiunto il serbatoio dell'acqua potabile ed è stata orientata verso il retrostante blocco cucina.

Si posizionano le bocchette della canalizzazione

Sempre della stessa diramazione, una bocchetta ha raggiunto il locale toilette posizionato dietro al living: in questo modo si è assicurato il complesso riscaldamento delle condutture idriche e del wc a cassetta.

Una seconda diramazione è stata fatta passare esternamente dopo essere stata coibentata ed è stata fatta risalire all'interno sotto al blocco cucina: questo ha permesso di posizionare una bocchetta nella zona di ingresso del veicolo. Una bocchetta, infine, è stata sistemata nel garage posteriore per riscaldare il letto matrimoniale soprastante.

Il pannello di comando dell'Evo 3900

Il pannello di comando del riscaldatore è stato posizionato a lato del blocco cucina, verso la porta di ingresso, mentre la sonda ambientale, fondamentale per regolare la potenza del riscaldatore in base alla temperatura interna, è stata posizionata centralmente alle spalle della seduta del divano fronte marcia.

L'ultimo passaggio ha riguardato il posizionamento della bocchetta di aspirazione dell'aria del ricircolo: come tutti gli Air Top, anche il 3900 Evo aspira aria dall'interno dell'abitacolo. A tal fine è stata predisposta un'apposita aerazione a pavimento all'interno del divano laterale sinistro, opportunamente aerato.

Modello

Air Top Evo 3900

Dimensioni (Lxlxh) cm

42.3x14.8x16.2

Peso (fluido escluso)

5.9 kg

Potenza erogata /consumo (gasolio)

Min  - 1.5kW/0.18l/h

Max – 3.9kW/0.47l/h

Consumo di corrente (12V)

Min 15W – max 45W

Portata aria (metri cubi/h)

132

Si ringrazia per la gentile collaborazione Webasto Product Italy S.p.A. - Strada provinciale 39, 20060 Colturano (MI)

Il montaggio dell'Air Top Evo 3900 sull'Hobby
Il kit Webasto Air Top Evo 3900
Il pannello di controllo dell'Evo 3900
Si iniziano a smontare alcuni mobili interni per favorire il passaggio dei tubi
Il Webasto Air Top 3900 Evo
Si sceglie l'alloggiamento esterno del riscaldatore
Si collega la pompa di mandata del gasolio
Si collega lo scarico con silenziatore
Si predispongono i tubi della canalizzazione interna
Il sistema di isolamento Webasto Thermoplus
Sotto al blocco cucina, la canalizzazione viene accoppiata all'impianto idrico
Le bocchette del riscaldamento per la cabina di guida
La sonda termostatica ambiente
Back    

Copyright by WinterXperience.com. E' vietata ogni riproduzione, parziale o totale, dei contenuti del sito senza previa autorizzazione.